Serve aiuto? 0547.611059

Servizio dalle 19 alle 8: 335 562 21 06

Cos’è e come avviene la tumulazione

La tumulazione è quella procedura che prevede la sepoltura della bara di un defunto all’interno di un loculo, di una celletta funeraria o di una cappella funebre.

Questa pratica si differenzia dall’inumazione, poiché quest’ultima prevede che la sepoltura del defunto con la sua bara in una fossa scavata nella terra.

 

CARATTERISTICHE DELLE CASSE PER LA TUMULAZIONE

Innanzitutto, le salme che sono destinate alla tumulazione vanno riposte in una cassa doppia; quella esterna è generalmente in metallo e su questo si applica generalmente una targhetta con i dati anagrafici del defunto; mentre quella più interna è in legno e viene scelta dai familiari presso le onoranze funebri a cui ci si rivolge.

 

CARATTERISTICHE DEL LOCULO PER LA TUMULAZIONE

Ogni loculo destinato alla tumulazione deve riuscire a sorreggere un carico minimo di 250 chilogrammi per ogni metro quadrato e deve avere pareti impermeabili, sia ai gas, sia ai liquidi, per resistere nel tempo.

 

 

PROCEDIMENTO DELLA TUMULAZIONE

Ogni feretro riposa in un loculo separato che deve avere le caratteristiche sopra citate.

Dopo l’inserimento della bara, si procede alla chiusura del loculo con una parete di mattoni, coperta a sua volta da una lastra in cemento armato o di pietra naturale; all’esterno si applica la lapide marmorea con i dati del defunto.

Generalmente durante questa procedura di tumulazione è concesso ai familiari di partecipare, in quanto sarà l’ultima volta in cui avranno un “contatto diretto” con il loro caro.

 

TUMULAZIONE E PROCEDURE CIVILI

Per quanto riguarda la tumulazione, è concesso l’uso di aree comunali, previa richiesta.

Per ottenere la concessione è necessario pagare un canone che viene definito dal Consiglio Comunale.

Questa procedura può avvenire presso imprese di onoranze funebri o presso l’ufficio della Polizia Mortuaria.

A seconda dell’atto stipulato, la salma resta all’interno del loculo per un periodo specifico, stabilito dal Comune (20 anni sono il tempo minimo stabilito dalla normativa nazionale).

Alla scadenza della concessione del loculo, saranno i servizi cimiteriali che provvederanno ad estrarre la salma ed, eventualmente, a rinnovare la concessione.

In questo momento i resti del defunto si possono cremare o spostare in una cassetta ossario.

Se non si può rinnovare la concessione o se i familiari non esprimono nessuna volontà, gli addetti traslano i resti vengono nell’ossario comune.

 

Come avrai notato, anche in momenti delicati come quello della tumulazione, ci sono tante regole e burocrazie da dover seguire. Noi di Onoranze Funebri Gori mettiamo a disposizione la nostra esperienza e le nostre competenze, per far sì che la famiglia del defunto affronti il momento con maggiore tranquillità. Siamo una famiglia che vuole essere vicina alle famiglie, sempre con rispetto e discrezione.

Scopri qua tutti i nostri servizi!

Cerca

Categorie

Ultimo articolo in "Obblighi e procedure"

0