La morte secondo il disegno di legge Cirinnà

ll 25 febbraio è stato approvato al Senato il maxiemendamento al disegno di legge Cirinnà che tra le tante questioni regolamenta per la prima volta a livello nazionale le coppie di fatto, sia eterosessuali che omosessuali.

Cosa prevede questa parte della norma?

Possono diventare “conviventi di fatto” due persone maggiorenni unite stabilmente da legami affettivi di coppia e di reciproca assistenza morale e materiale, non vincolate da rapporti di parentela, affinità o adozione, da matrimonio o da un’unione civile. 

E nel caso di morte di un componente della coppia?

Le parti hanno gli stessi diritti che spettano al coniuge nell’assistenza del partner in carcere, in ospedale e in caso di morte. In quest’ultimo caso ciascun convivente può designare l’altro come suo rappresentante per quanto riguarda la donazione di organi, le modalità di trattamento del corpo e le celebrazioni funerarie. Questa designazione può avvenire attraverso uno scritto autografo oppure in forma verbale davanti a un testimone.

Sempre nel caso di morte di uno dei due conviventi che ha anche la proprietà della casa comune, il partner superstite ha il diritto di stare nell’abitazione per altri due anni, o per il periodo della convivenza se superiore a due anni, comunque non oltre i cinque anni. 

Se nella casa di convivenza comune vivono i figli della coppia o i figli di uno dei due, il convivente che sopravvive alla morte dell’altro può rimanere nella casa comune per almeno tre anni. E inoltre in caso di morte il partner superstite ha il diritto di succedere all’altro coniuge nel contratto d’affitto. Questo diritto si estingue in caso di una nuova convivenza con un’altra persona, o in caso di successivo matrimonio o unione civile.

Per maggiori informazioni contattateci al 0547 611059

 

fonti: www.altroconsumo.it; www.internazionale.it; www.articolo29.it; www.dire.it

Tag

Chiudi il banner dei cookies

Cliccando su OK accetti le cookies policies. Navigando in qualsiasi parte del sito dichiari di accettare l'uso dei cookies. Maggiori informazioni qui